Valori nutrizionali salmone affumicato

Il salmone affumicato conserva le caratteristiche dell’alimento fresco. L’affumicatura si ottiene grazie ai fumi sprigionati dalla combustione senza fiamma viva di legni aromatici (es.: ginepro) ed erbe aromatiche (es.: rosmarino e alloro), oppure con legno vergine di faggio o quercia. É importante ricordare che l’affumicatura è un’antichissima tecnica di conservazione degli alimenti, che ampliata e sviluppata dalle nostre conoscenze biologiche moderne, dà modo ai cibi così trattati di rimanere praticamente intatti per un tempo consono al loro consumo, senza aggiungere conservanti.

Proprietà del salmone

Come sappiamo, il salmone è un pesce che si trova soprattutto nei freddi mari del nord, e la vita passata in acque fredde rendono l’alimento molto ricco di acidi grassi polinsaturi, che servono proprio per isolare il corpo dal freddo, cercando di mantenere costante la temperatura corporea.

Il salmone è considerato un pesce grasso, ma non ci si deve confondere. Il nostro corpo ha assolutamente bisogno del giusto equilibrio in grassi, e quelli del salmone sono proprio quei grassi “buoni”, capaci di ridurre quello che viene definito colesterolo “cattivo” del sangue. Grazie agli omega 3 quindi, che sono presenti in maniera molto abbondante in questo pesce, tutte le prelibate ricette con salmone affumicato sono uno dei modi migliori che il nostro corpo ha per assumere un po’ di grassi.

C’è da sottolineare anche che gli omega 3 sono ottimi anche per contrastare i radicali liberi, andando a rallentare l’invecchiamento cellulare. Inoltre, altra funzione fondamentale dei grassi polinsaturi è quella di andare a ridurre il declino cognitivo, dovuto proprio all’avanzare dell’età.

Il salmone fa bene

Altro valore estremamente rilevante del salmone è la sua ricchezza di vitamina D, che permette un migliore assorbimento del calcio e la mineralizzazione delle ossa, essenziale al fine di combattere la possibilità di contrarre l’osteoporosi.

Ha anche buone dosi di elementi indispensabili dal punto di vista nutrizionale, come ferro e calcio, oltre a presentarsi, ricco di proteine e fosforo: una vera miniera di nutrienti per il nostro corpo.

Per quel che concerne la quantità di calorie, si può dire che non sono tante come si potrebbe pensare quando si parla di un alimento grasso: non è eccessiva: 100 grammi di prodotto fresco hanno circa 185 calorie, che diventano solo 147 in 100 grammi di salmone affumicato. Questo è un primo, effettivo vantaggio del processo di affumicatura, capace di ridurre i grassi e le calorie contenute in 100 grammi di prodotto.

Se si ha l’esigenza di introdurre questo alimento in una dieta ipocalorica, quindi, è preferibile consumare l’alimento affumicato, in modo tale da assumere il minor numero di calorie possibili.

L’importanza scegliere un prodotto genuino

Per Foodlab (da circa vent’anni azienda leader in Italia nella lavorazione e commercializzazione di questo prodotto) affumicare il salmone è un’arte. La gamma ittica comprende salmoni norvegesi, scozzesi o provenienti dai migliori pescherecci dell’Alaska. Siamo inoltre tra i pochi a poter proporre salmone biologico (allevato con metodo biologico nelle isole della Scozia settentrionale). La passione per l’eccellenza, non solo ci porta a produrre sempre e soltanto il meglio, ma anche a offrire tagli e formati che soddisfano appieno le differenti esigenze di preparazione e degustazione del prodotto, valorizzandone le caratteristiche (baffe intere, pre-affettate, taglio lungo, taglio traverso, sashimi, tartare). I diversi tagli del salmone rappresentano così l’occasione per scoprire le mille sfumature di bontà di un prodotto unico.

Esclusivamente metodi naturali senza compromessi. Scegli Foodlab!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

cancella il moduloPost comment