Salmone e tonno sono perfetti alleati a tavola quando si parla di massa magra. Lo sanno bene gli sportivi, la cui dieta è sempre bilanciata in favore dello sviluppo della massa muscolare.

Grazie a una buona quantità di acidi grassi Omega 3, le carni di queste due specie ittiche hanno un ruolo molto importante nel metabolismo e nella “costruzione” della muscolatura.

Se salmone e tonno sono adatti a chi pratica sport a livello agonistico, rappresentano una scelta alimentare molto importante anche per chi pratica sport a livello amatoriale e, in definitiva, sono validi alleati per lo sviluppo della massa magra di ciascuno. 

Salmone e tonno: perché piacciono agli sportivi

Tonno e salmone sono pesci grassi, ed è una cosa buona. Sì, perché i grassi che contengono sono grassi buoni, che fanno bene alla salute e all’organismo, gli ormai famosi acidi grassi EPA e DHA del tipo Omega 3.

Non solo, sono una fonte di vitamine liposolubili, come la vitamina A, la vitamine E e la vitamina D e diverse vitamine del gruppo B. Contengono, come altri pesci, minerali e in particolare iodio, fosforo, calcio e selenio e amminoacidi, come la creatina, che ha un ruolo fondamentale nella contrazione muscolare. 

Gli sportivi, però, li amano anche per le loro proteine: su 100 grammi di prodotto, salmone e tonno regalano da 23 a 27 grammi di proteine. Da sottolineare come la concentrazione delle proteine sia maggiore, a parità di peso, nel prodotto affumicato.

Omega 3 e Omega 6: a cosa servono?

Questi grassi sono particolari perché non possono essere prodotti dall’organismo ma devono essere assunti con la dieta. Ecco perché è molto importante consumare cibi e alimenti che ne siano ricchi, come salmone e tonno, affumicati o al naturale.

Gli acidi grassi giocano un ruolo essenziale perché collaborano alla sintesi proteica a livello muscolare e sono importanti nella prevenzione di crampi e infiammazioni, tanto temuti dagli sportivi!

Consumare assieme Omega 3 e Omega 6 garantisce un’ottima sinergia: gli Omega 6 riducono il colesterolo LDL (cattivo), gli Omega 3 hanno un’azione antinfiammatoria, antiaggregante e anche antiaritmica.

Non solo gli Omega 3 prevengono le malattie cardiache, ma aiutano a mantenere il cervello attivo e giovane.

Omega 6 e Omega 3: dove si trovano?

Gli acidi grassi Omega 3 si trovano principalmente in pesci, crostacei e alghe. La percentuale è maggiore nei pesci selvatici rispetto a quelli di allevamento, ed è maggiore nei pesci che nuotano in acqua fredde.

Glo Omega 6 sono, invece, acidi grassi di origine vegetale: si trovano in mandorle, pistacchi, arachidi, nocciole, sesamo e si assumono attraverso il consumo di oli vegetali (mais, girasole ecc.). Dunque, è una buona idea accompagnare il pesce con questi alimenti, per favorire la sinergia cui abbiamo accennato sopra.

Perché consumare salmone e tonno è una buona idea

Tonno e salmone sono stati in passato additati come specie da evitare, soprattutto a causa della loro posizione nella catena alimentare che li rende soggetti ad accumulare mercurio. Eppure una buona selezione degli esemplari, come quella che effettuiamo noi di Foodlab, e ancora più la scelta di esemplari biologici garantisce la piena salubrità di questi pesci.

In questo modo è possibile beneficiare dell’importante apporto nutritivo, fondamentale per garantire una corretta alimentazione. Lo dice la scienza e lo ribadiscono associazioni come la Fondazione Veronesi o l’American Heart Association, che raccomanda un consumo di tonno e salmone due volte a settimana per prevenire i rischi cardiovascolari.

Per la tua dieta e la tua salute, scegli la qualità Foodlab!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

cancella il moduloPost comment